Cantone Zurigo

Casa Monika - nascita di mia sorella qui in Svizzera, con rimozione immediata dopo circa 3 - 4 settimane da tua madre da parte del nostro tutore

Psichiatria Burghölzli - Mia madre è stata sterilizzata con la forza dopo la nascita di mia sorella. Ha cercato di uccidersi, quindi è venuta lì. La storia si è ripetuta, come ha fatto con me.

Cambio di cantone nel 1973 - Mia madre si è trasferita in questo cantone senza di me.

Dato che imparo l'italiano solo dal 1996, è possibile che il sito contenga errori di traduzione. Inoltre, la traduzione di alcuni termini potrebbe essere diversa perché non sono disponibili nella rispettiva lingua o hanno nomi diversi.

Molte delle donne incinte minorenni che vivevano nella Svizzera centrale all'epoca dovevano andare in strutture al di fuori della Svizzera centrale. Per far nascere i tuoi figli. Il più delle volte, i figli della madre venivano portati via dopo la nascita. 

Quando mia madre è rimasta di nuovo incinta, le è successa la stessa cosa di quando sono nato io. Mia sorella è nata in un ospedale oa casa Monika in questo cantone. Mia sorella le è stata portata via dopo poche settimane. Mia madre ha tentato il suicidio ed è stata ricoverata presso la clinica psichiatrica Burghölzli qui in questo cantone. Mia sorella ha portato il nostro tutore in una famiglia affidataria a Horw, nel cantone di Lucerna.

Il 17 novembre 1973 mia madre si trasferi dal cantone di Lucerna al cantone di Zurigo.
Ancora oggi non so perché sia ​​andata in un altro cantone. Potrebbe essere a causa del padre di mia sorella che viveva in questo cantone. Là mia madre ha ricevuto un sostegno, simile a un tutore. Mia madre non aveva avuto brutte esperienze con lei. In contrasto con il nostro guardiano di Horw.
Questa donna è stata molto gentile e si prende cura di mia madre oltre 30 anni. Una volta sono andato a trovare la signora R. Quando ho parlato di certe cose lei ha detto: Mia madre non ha mai parlato del passato. Non ne sai niente.

L'8 settembre 1996 ho scritto per chiedere se potevo avere un appuntamento con il tuo psichiatra e il tuo nuovo tutore a Zurigo. Poi ne ho parlato con mia madre e ho spiegato perché è importante per me. 

All'epoca ero fidanzato e volevo sposarmi e avere figli. Sul documento originale che ho, ho letto l'articolo 369 ZGB e ho scoperto esattamente cosa significava in quel momento: pazzo o schizofrenico. Quindi prima ho dovuto chiarire se sarebbe ereditario per i miei figli. Con il consenso di mia madre, ho preso un appuntamento con il tuo psichiatra e poi con il tuo nuovo tutore. 

Lo psichiatra ha confermato i file della Hasenbühl Liestal nel cantone di Basilea , che ho ricercato contemporaneamente. Lui ha anche detto: non è mai stata pazza o schizofrenica. Mi ha detto molto sul motivo per cui mia madre è così adesso. Vive nel suo piccolo mondo e non appena le persone intorno a lei cercano di cambiare qualcosa, si ritira completamente. 

La visita al tuo tutore non ha rivelato nulla. È rimasta sbalordita quando le ho raccontato del suo passato e ho detto che mia madre non gliel'aveva mai detto. Pensare che quando ho avuto questo appuntamento con lei, era stata la sua tutrice per 23 anni. Puoi vedere quanta paura aveva che tutto ciò che le era successo in passato si sarebbe ripetuto in futuro. Per questo motivo ha taciuto lei su questa tutela di 10 anni a Horw. Questo periodo dal 26 novembre 1963 all'autunno 1973. E che questo tutore ti ha portato in un'altra istituzione dieci volte durante quel periodo. Per non parlare del fatto che all'età di 12/13 anni, nella sua infanzia, ha dovuto trascorrere diversi anni nella casa per l'infanzia a Haltli in Mollis GL. Questo mi è stato confermato da una persona che all'epoca si trovava anche in questa casa per l'infanzia.

Ho letto molto sulla sofferenza di mia madre nei miei file. Perché madre e figli vengono registrati lì insieme per i primi due anni. Mia madre ha parlato anche di Burghölzli nel cantone di Zurigo e ha parlato anche di Hindelbank nel cantone di Berna. Per questo motivo, ho fatto un'altra richiesta a Hindelbank l'8 giugno 2015 tramite e-mail. La risposta è stata che conservi i file solo per 10 anni. In casi particolari, vai all'Archivio di Stato. L'ho chiesto anche più tardi. Non hanno trovato nessun file su di lei perché era passato troppo tempo.

Sono rimasti solo due fascicoli di mia madre. Si trovano nella comunità Horw e nell'Archivio di Stato di Lucerna. Tuttavia, ci sono domande aperte, ad esempio: dov'eri dal 1960 e 1961 e dopo Walzenhausen 1968 fino alla nascita di mia sorella svizzera nel 1970?
Dopo di che è rimasta a Zurigo perché voleva sposarsi. Lei rimase tuttavia sotto tutela a Horw, nel cantone di Lucerna, fino al 1973.

Molto rimarrà nell'oscurità.

Rapporto a casa per l'infanzia da 17.11.1973  La signorina Steinmann e il signor ...  sono venuti di recente in visita. Erano felici per Manuela. Manuela ha chiesto della sorellina. La signorina Steinmann ha promesso che l'avrebbe portato con sé alla prossima visita. La tutela della madre di Manuela è stata trasferita a Zurigo. 

È stato complicato. Non so esattamente come mia madre sia arrivata a Zurigo. Penso che sia stato il nostro tutore a mandarti a Zurigo per dare alla luce tuo figli. Il padre di mia sorella svizzera veniva da Zurigo. Ricordo il padre di mia sorella. Lui e mia madre sono venuti a trovarmi alla casa per l'infanzia. Ci sono anche tre foto nell'album dei miei figli di questa visita. Erano fidanzati e volevano sposarsi. Durante questo periodo mia madre aveva ancora il tutore per altri 3 anni. Non ho altri dati o documenti. La risposta potrebbe essere nei documenti di mia madre. Quello che non ricevo per motivi di privacy. Il fatto è che tutti e tre avevamo lo stesso tutore. E che poco dopo la nascita mia sorella venne in una famiglia affidataria a Horw.

Il fatto è che tutti e tre avevamo lo stesso tutore.

Questo è ancora nel rapporto dell' casa per l'infanzia Lutisbach su mia madre

1970  19.7.  Manuela ha ricevuto un piccolo pacco da Mami e Gotti per il suo compleanno. La madre ha dato alla luce il suo bambino alla fine di giugno.

Ricordo esattamente se fosse ieri: Alla casa per l'infanzia, zia Hanni mi ha chiamato nel suo ufficio. Lei ha detto: Ho una sorellina. Tu sei felice? Ho detto di no, avrei preferito un fratello e sono uscito dall'ufficio deluso.

10.11.  Il signor ...  e la signorina Steinmann dell'Ufficio per orfani di Horw erano
lì oggi. La sorellina di Manuela è in una famiglia affidataria a Horw.
La madre è stata operata dopo il parto.  Lei a Zurigo e vuole sposarsi.

Mia madre ha cercato di suicidarsi. Perché poche settimane dopo la sua nascita, mia sorella le è stata portata via. Così è venuta al Burghölzli di Zurigo.
Lì hanno usato scosse elettriche e testato farmaci non approvati.

Fliegeraufnahme Heilanstalt Burghölzli, Zürich Staatsarchiv Nidwalden Fotosammlung Otto Wyrsch

Foto fatta dall'aereo
Burghölzli (Heilanstalt)

Sanatorium Zurigo
Archivio di Stato Nidvaldo, raccolta di foto di Otto Wyrsch 

Insieme a molteplici tentativi di suicidio perché le siamo stati portati via. Ha anche avuto più aborti. Erano aborti forzati. E prima che nascesse mia sorella svizzera, ha avuto un aborto spontaneo. Dopo la nascita di mia sorella nel 1970. Anche lei è stata sottoposta a sterilizzazione forzata. Allora aveva solo 26 anni. Anche mia madre è stata ripetutamente mentita.

Quello che so è che mia sorella svizzera era a Casa Monika Zurigo. Non so se sia nata lì o in ospedale nel 1970. Alla nascita aveva lei il cordone ombelicale intorno al collo. Di conseguenza, è stata privata dell'ossigeno per diversi minuti. È quindi un po 'ritardata mentalmente.
Sono stati portati via a mia madre mentre allattava dopo solo 2 settimane. Tutto si ripete, solo peggio. Ecco perché mia madre voleva suicidarsi ed è venuta a Burghölzli a Zurigo, mi ha detto. Come te allora. Quando mi sei stato portato via.

Nel Burgholzli hai anche usato delle scosse elettriche su mia madre e su di lei sono stati testati anche farmaci non approvati. Dopodiché, doveva ancora assumere fino a 20 compresse al giorno.

Lei rimase in silenzio su cos'altro doveva sopportare. 

Per aiutarla ad affrontare un po 'meglio, le fu regalata una bambola che sembrava un vero bambino. Non l'ho capito per molto tempo, ne ho riso, ho pensato che fosse divertente e mi sono vergognato. Solo oggi lo capisco. La bambola era un sostituto per noi bambini che ne eravamo stati portati via.

Nei primi anni anche mia sorella veniva spinta avanti e indietro. Ci sono stati molti test perché pensava di essere autistica. Ricordo che era in questo casa per l'infanzia a Unterägeri ZG e in questa famiglia affidataria, in cui le è stato permesso di rimanere relativamente presto.
Nel 1983 lei ha ottenuto un nuovo tutore perché il nostro è andato in pensione.

Credi che mia madre abbia mai avuto
diritto su di me?

Certamente non in questo momento!

La società ha guardato dall'altra parte in passato.
Lo lei fa ancora oggi, solo un po' diversamente.